Una grande frana sulla strada di Salesei

Bloccato il collegamento tra Caprile e Livinallongo, oggi i sopralluoghi di Provincia e Veneto strade

ROCCA PIETORE. Una grossa frana interrompe da sabato sera la strada provinciale 563 di Salesei che collega Caprile a Livinallongo. La frana è caduta attorno alle 23.30 di sabato, subito dopo la seconda galleria, per chi sale da Caprile, e prima del bivio per Laste.

Se la sono trovata davanti anche alcuni giovani che stavano scendendo da Livinallongo, diretti ad una festa a Falcade. Nessun’auto è rimasta coinvolta dal crollo della parete: ma ci sono state alcune ore di ansia, mentre i vigili del fuoco del distaccamento di Agordo effettuavano i primi controlli, alla luce delle fotoelettriche. Subito allertata anche Veneto Strade (che ha in gestione la strada) che ha provveduto a mettere i cartelli di divieto e di deviazione. Chi scende da Livinallongo e gli stessi abitanti delle frazioni di Digonera e Laste per raggiungere il fondovalle devono percorrere la strada regionale 203, dalla parte di Colle Santa Lucia: una deviazione piuttosto lunga.

Ieri mattina sul posto è arrivato l’assessore ai lavori pubblici di Rocca Pietore, Costante Rossi per rendersi conto della situazione e poco dopo anche l’altro assessore, Alessandro Darman, che come vice capo della stazione del soccorso alpino della Val Pettorina, ha una unità cinofila da macerie. Il cane non ha fiutato nulla, e questa rassicurazione si è aggiunta alle verifiche che erano state fatte già durante la notte.

Nel corso della giornata è arrivato anche il sindaco di Rocca Pietore, Andrea De Bernardin. «Noi non abbiamo particolari competenze su questa strada, che è provinciale ed è in gestione a Veneto Strade. Comunque siamo molto interessati alla situazione di questa frana per i disagi che essa provoca agli abitanti delle nostre frazioni».

La frana è partita alcuni metri sopra un muraglione di contenimento. Ci sono anche delle reti paramassi che non sono riuscite a contenere i grandi pezzi di roccia che si sono riversati sulla strada.

Oggi i tecnici di Veneto Strade e della Provincia saranno impegnati nelle verifiche dello stato del versante, per capire cosa c’è ancora in movimento e cosa si debba fare oltre a togliere la frana dalla strada.

«Occorre capire quale è la stabilità del versante – aggiunge il sindaco – speriamo che sia semplice mettere in sicurezza la parete, altrimenti i tempi di chiusura della strada potrebbero essere lunghi. Non c’è nessuna alternativa in loco e nessuna deviazione vicina che possiamo fare».

Oltre a chi percorre normalmente la provinciale, l’altra sera c’erano in zona anche gli ospiti dell’hotel Digonera che si trova poco lontano. E’ proprio un caso che nessuno sia stato coinvolto dal movimento franoso.

fonte : corrierealpi.gelocal.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *