Pattada, SOS per salvare San Gavino

Articolo Pubblicato da civitanews.it

 

 

«Interi pezzi di muro assenti, fossi, immondizia, ringhiere arrugginite o parzialmente cadute e seri rischi per l’incolumità fisica di chi distrattamente inciamperà nel punto sbagliato». A denunciare le condizioni di degrado e pericolosità in cui versa il Piazzale “Caduti in Guerra” dove sorge la chiesetta di San Gavino a Pattada, è l’associazione Civiltà Futura.

«Lamentiamo il degrado che da ormai troppi anni il Piazzale sta subendo» – afferma in una nota stampa il presidente nazionale dell’associazione, Pietro Serra. – «Tra buste d’immondizia abbandonate nel marciapiede, fossi improvvisi dovuti alla mancanza di diversi metri di muretto o dalla ruggine che ha consumato ed in gran parte fatto cadere le ringhiere, chiediamo quanto prima risposte all’amministrazione comunale affinchè si adoperi quanto prima a recuperare il sito».

Diversi associati nei giorni scorsi si sono recati nella piazza armati di fotocamera per testimoniare l’incuria in cui versa il colle nel celebre paese noto al mondo per la costruzione

della “resolza”, coltellino tipico di Pattada ricavato dalle corna di animali quali mufloni, montoni, capre o buoi e dall’aggiunta di una lama.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *