Neve, fauna selvatica, diversi recuperi del Centro fauna

Sette civette, quattro istrici, due caprioli, un airone e un gheppio sono stati salvati solo nel corso dell’ultimo fine settimana dai volontari del Centro fauna selvatica Il Pettirosso di Modena. Gli animali erano tutti ormai stremati per le difficoltà di procurarsi il cibo a causa del gelo e della neve.

Gli interventi, effettuati in maggior parte sulla base di segnalazioni di cittadini, si sono concentrati in Appennino a Pavullo, dove sono stati salvati un capriolo ferito, probabilmente azzannato dai cani, e alcuni istrici avvistati sfiniti nella neve; anche a Frassinoro sono stati salvati un istrice e un capriolo, a Gorghetto di Bomporto sono stati recuperati nella neve uno splendido airone e un gheppio; a Modena, S.Michele dei Mucchietti nel comune di Sassuolo e Portile di Castelnuovo Rangone i volontari hanno recuperato diverse civette in difficoltà, mentre a Pievepelago un cittadino ha salvato un istrice, ospitandolo e accudendolo nel proprio garage, per poi consegnare l’animale ai volontari del Centro fauna.

E per gli appassionati di immagini naturalistiche, domenica 19 febbraio c’è l’opportunità di fotografare gli animali ospiti del Centro in via Nonantolana 1217 a Modena dal punto di osservazione che si affaccia sul “recinto delle biodiversità”, un’area dove sono ospitati decine di animali tra cui caprioli e numerosi uccelli; è necessario prenotare telefonando al Centro (informazioni www.centrofaunaselvatica.it).

Il Centro fauna opera sulla base di una convezione con la Provincia di Modena per il recupero e il salvataggio della fauna selvatica in difficoltà.

Per le segnalazioni e richieste di intervento sono attivi 24 ore su 24 alcuni numeri telefonici: 3398183676-339       3535192 oppure è possibile chiamare anche il servizio 118.

di www.sassuolo2000.it

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *