Montagna: valanga sull’Ortles, soccorritore aveva messo in guardia alpinisti

Bolzano, 26 mar. – (Adnkronos) – Robert Eberhoefer, uno dei soccorritori intervenuti ieri sull’Ortles dopo la valanga con due morti e due feriti, il giorno prima della tragedia aveva messo in guardia gli alpinisti coinvolti nell’incidente durante un incontro casuale nel museo di Messner a Solda. Lo ha raccontato lui stesso al quotidiano in lingua tedesca ”Dolomiten” spiegando di aver loro segnalato i pericoli della parete nord, considerata una delle piu’ difficili delle Alpi orientali. Intanto, permangono molto gravi nel reparto di rianimazione dell’ospedale San Maurizio di Bolzano le condizioni della ragazza tedesca di 29 anni travolta ieri dalla valanga sulla parete nord dell’Ortles, sopra il rifugio Tabaretta, a quota 2.800 metri, dove hanno perso la vita Lorenzo Castaldi, 40enne nato a Sassari ma residente da diversi anni in Svizzera, e lo spagnolo 35enne Gomez Diaz Jaime. Il compagno della ragazza di 37 anni e’ rimasto ferito, ma non e’ in pericolo di vita. La valanga aveva un fronte di 60 metri e una larghezza di 200. I corpi delle vittime sono stati ricomposti all’ospedale di Silandro.

di www.iltempo.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *