Montagna: recuperato alpinista trevigiano dopo notte all’addiaccio sulla Moiazza

Belluno, 4 mar. (Adnkronos) – Conclusa la scalata in solitaria dello spigolo Soraru’ alla Pala del Belia, nel gruppo della Moiazza (una via di quinto grado superiore) un alpinista di Castelfranco Veneto (Treviso), D.B., 33 anni, si e’ trovato in difficolta’ all’uscita della via, a circa 2.300 metri di quota. Terminato piu’ tardi del previsto per problemi con le corde incastrate, infatti, l’uomo si e’ trovato ad affrontare anche il maltempo. Nella notte sono scesi 30 centimetri di neve fresca e questa mattina attorno alle 7.20 la moglie ha lanciato l’allarme al 118.

Una squadra del Soccorso alpino di Agordo era pronta a partire a piedi, ma fortunatamente un varco nella nebbia ha permesso l’avvicinamento dell’elicottero del Suem di Pieve di Cadore che, dopo aver imbarcato un soccorritore da Passo Duran, ha effettuato un sopralluogo per individuare l’alpinista. Dopo averlo visto tra la neve, poco distante dall’uscita della via, l’eliambulanza ha sbarcato in hovering il tecnico del Soccorso alpino di turno con l’equipaggio che lo ha raggiunto. Entrambi (l’uomo era incolume) si sono spostati in un punto piu’ semplice da avvicinare e l’elicottero li ha recuperati sempre in hovering. L’alpinista e’ quindi stato trasportato al passo Duran.

fonte Adnkronos

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *