Due grandi cervi trovati morti in Val Settimana

Alla fine la lotta per l’amore è prevalsa addirittura sullo spirito di sopravvivenza: è una storia tragica e romantica allo stesso tempo quella che giunge dalla Val Settimana, nel territorio comunale di Claut. L’altra mattina due cervi capibranco sono stati rinvenuti morti dagli uomini del comando di vigilanza ittico-venatoria della Provincia e della guardia forestale di Claut all’imbocco della valle. I due maschi avrebbero combattuto per la femmina del gruppo sino alla morte, scornandosi e attorcigliandosi tra loro un vecchio filo a sbalzo che penzolava tra gli alberi. Stremati dalla lotta e con il cordino di metallo che impediva ogni fuga, i due cervi sarebbero morti per asfissia e sfinimento.

In un primo momento le due carcasse e il fil di ferro avevano fatto pensare a un cruento episodio di bracconaggio, fenomeno non nuovo in zona. Ma gli agenti dei due comandi hanno subito capito che alla base del tutto c’era un duello per la supremazia all’interno del branco. Per i cervidi è cominciata la stagione degli amori. I due esemplari risultano particolarmente forti e prestanti tanto che vantano un peso di circa 150 chili ciascuno. Resta da capire come un cavo di una teleferica in disuso da decenni possa essere rimasto nel bosco senza che nessuno lo rimuovesse.(f.fi.)

fonte Messagero veneto

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *