Courmayeur, una galleria di acciaio per riaprire la statale 26 chiusa dopo la frana del Monte La Saxe

Il progetto Anas è pronto.Soluzione provvisoria da 1,4 milioni, ma è giallo sulla disponibilità dei fondi.
Rollandin: “Noi non paghiamo

Si partirà con una soluzione provvisoria per poter riaprire la statale 26 chiusa tra Courmayeur e Entrèves. Lo hanno comunicato oggi il presidente della Regione, Augusto Rollandin e l’assessore alle Opere pubbliche, Marco Viérin. “Proprio ieri – spiega il presidente – abbiamo avuto un incontro con l’Anas che ci ha comunicato che il progetto per la sistemazione provvisoria è pronto”.
La prima fase sarà quindi la realizzazione del proseguimento del paramassi già esistente che sarà prolungato di 75 metri a valle e di 50 a monte.
“I tempi di realizzazione sarebbero di circa 3 mesi”, dice Rollandin. L’intervento provvisorio costerà 1,4 milioni di euro (17 milioni il progetto definitivo), il paramassi avrà la base in acciaio e sopra una gettata di cemento. “Tutto – dice l’assessore – è possibile grazie all’intervento di bonifica che abbiamo fatto con i disaggi”. Rollandin è ottimista, “se si parte in fretta per l’estate si può riaprire”.
Ma i giochi non sono ancora fatti, l’Anas ha detto che ha il progetto pronto e che è disposta a partire prima con il provvisorio, ma per ora mancano i soldi. “Che noi non anticiperemo” precisa Rollandin. Sui tempi Viérin è più prudente: “Saranno tre mesi di lavori, però bisogna tener conto dei tempi burocratici per l’appalto”

di CRISTIAN PELLISSIER di www.lastampa.it

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *