Carcassa di lupo nel torrente Ussita

Il Parco rivive l’incubo bracconieri. Sul corpo sarebbe stato rinvenuto un foro di arma da fuoco. Sul corpo del lupo è stata eseguita l’autopsia

Macerata, 28 febbraio 2012 – TORNA la paura dei bracconieri nel Parco dei monti Sibillini. La carcassa di un lupo, adulto, è stata recuperata ieri mattina dal Corpo Forestale del Coordinamento di Visso, nel torrente Ussita. Era impigliata su un grosso ramo che si propendeva a fil d’acqua in prossimità dell’allevamento di trote, a due chilometri da Visso. La presenza dell’animale è stata segnalata da una persona che stava passeggiando lungo il fiume. L’animale non è in buono stato di conservazione; dovrebbe essere rimasto in acqua diverso tempo. E’ stato trasferito al centro faunistico di Castelsantangelo sul Nera e conservato in un congelatore in attesa che venga prelevato e portato all’Istituto zooprofilattico di Ancona. L’animale sarà sottoposto a esame autoptico per accertare le sue caratteristiche e le cause della morte.

SECONDO indiscrezioni, sulla carcassa sarebbero ravvisabili due fori, uno di entrata e l’altro di uscita, di una pallottola. Questo aspetto, nel momento in cui fosse confermata l’uccisione con un’arma da fuoco, avvalorerebbe ulteriormente la presenza all’interno del Parco nazionale dei monti Sibillini di bracconieri, già denunciata dai responsabili dell’area protetta.

di www.ilrestodelcarlino.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *