Bolzano finanzia i corsi di tedesco nelle scuole di Livinallongo

Iniziativa sostenuta anche dal Comune bellunese: «Altrimenti
rischiamo che molti studenti si iscrivano in Alto Adige»

BELLUNO – Senza tedesco è difficile trovare lavoro, così nel comune veneto di Livinallongo (Belluno), cuore meridionale dell’antica Ladinia, è la Provincia autonoma di Bolzano a finanziare i corsi di tedesco nella scuole. L’iniziativa è sostenuta dalla delegata alla cultura del Comune di Livinallongo, Daniela Templari, la quale realisticamente sostiene che l’apprendimento del tedesco rappresenta un’opportunità di lavoro in più per i giovani di una zona tanto vicina all’Alto Adige, mentre può essere un handicap non conoscerlo.

Ma, ha spiegato Templari al Gazzettino di Belluno, avere l’insegnamento del tedesco nel territorio comunale è importante anche per mantenere aperte le scuole in quanto «il bilinguismo delle vicine vallate in questi anni ha indotto molte famiglie a iscrivere i propri figli al di là del Passo di Campolongo», fuori Comune.

Non è un caso isolato: sempre la Provincia di Bolzano finanzia già dal 2008-2009 anche una serie di borse di studio dei comuni di Livinallongo, Colle Santa Lucia e Cortina d’Ampezzo, i tre comuni veneti di lingua ladina nel bellunese. Si tratta del ladino dolomitico, parlato principalmente inoltre in Val di Fassa (Trentino) e nei territori di Val Gardena, Val Badia e Marebbe (Alto Adige). Differente, ma correlato, il ladino anaunico parlato nelle valli del Trentino occidentale al di là dell’area dolomitica. Minor compattezza culturale ed etnica invece ha il ladino cadorino, parlato nel Cadore e nel Comelico veneti, mentre nell’Agordino e nello Zoldano l’influsso del veneto tende a coprire l’orginine ladina del parlato.

di ilgazzettino.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *