Bastardino veglia la tomba del padrone A Tonara la storia di fedeltà immortale

Il suo padrone è morto due mesi fa e lui, un bastardino color miele di cui nessuno, qui a Tonara, conosce il nome, ogni giorno ne veglia la tomba.

Tonara – «Ci sta insegnando che neanche la morte può spezzare un legame», dice Ignazio Demelas, guardia giurata di 46 anni, che gli porta da mangiare. Per il momento, si avvicina solo a tia Maria Garau. Non appena “Senza nome” la vede arrivare oltre la curva dello stradone, esce dal suo nascondiglio di rovi e foglie secche, le si affianca e percorre con lei il nastro d’asfalto che conduce fino al cimitero. Sono due mesi che va così. Da quando Giuseppe Zucca, noto Peppe Ana, 60 anni, una vita di tribolazioni e povertà, se n’è andato ucciso da un infarto, lasciando dietro di sé una casa in rovina e l’affetto incondizionato di undici cani e quattro gatti.

di www.unionesarda.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *